Come cucinare le pesche in modo delizioso

Le pesche sono disponibili nei negozi a partire da aprile, ma sono più aromatiche nella stagione da luglio a settembre. I frutti non devono avere ammaccature al momento dell’acquisto e devono essere lavorati il più freschi possibile.

Lavare e sbucciare le pesche

Le pesche devono essere prima lavate e sbucciate prima della bollitura. La sbucciatura è più facile se si segna la pelle in senso trasversale, si scotta la frutta con acqua bollente e si risciacqua con acqua fredda. Le pesche vengono poi tagliate a metà e i noccioli rimossi.

I noccioli e le bucce possono essere usati bene per il decotto: Per ogni 1 litro d’acqua, prendete 300 grammi di zucchero, aggiungete le bucce dei semi e un po’ di acido citrico – e un po’ di cannella o vaniglia se vi piace – lasciate bollire brevemente il tutto e raffreddate.

Pesca conservata in un barattolo – (Foto: iStockphoto/mladn61)

Il metodo convenzionale usa il buon vecchio vaso da conserva e vasi da conserva disponibili in commercio con anelli di gomma e morsetti di metallo. I vasi devono essere sciacquati a caldo prima, ma devono essere asciutti.

Assicuratevi che gli anelli di gomma siano asciutti, puliti e non danneggiati in modo che si chiudano ermeticamente. Stratificare la frutta nei vasi, riempire circa a metà con il brodo, pulire i bordi e sigillare i vasi. Poi mettere i vasi nella pentola, che viene riempita d’acqua fino al livello del contenuto dei vasi. Le pesche vengono sterilizzate in una pentola per conserve a 75 gradi per circa 30 minuti.

Pubblicità

La conservazione è possibile anche nel forno

Se non cucinate regolarmente e non vale la pena comprare una pentola per conserve, potete anche cucinare nel forno.

Dovresti usare sempre bicchieri della stessa dimensione. Mettete una teglia sul pavimento del forno non riscaldato, mettete i vasetti su di essa in modo che non si tocchino tra loro o con le pareti del forno, e aggiungete una tazza d’acqua per l’umidità.

Poi accendere la temperatura e impostare il calore inferiore. Si può dire che la temperatura giusta è stata raggiunta quando i bicchieri cominciano a fare le bolle, cioè quando le bolle salgono in modo uniforme. Per i vasi da quattro litri, questo richiede circa 50-60 minuti.

Ora puoi spegnere il forno. Il calore residuo è sufficiente. Dopo 20-30 minuti, i bicchieri possono essere tolti per raffreddarsi.

Per la conservazione, è meglio utilizzare una stanza fresca e asciutta, protetta dagli sbalzi di temperatura. Lì le pesche si conservano per uno o due anni.

Dovrete investire un po’ di sforzo e di tempo, ma il risultato giustifica lo sforzo, perché il gusto delle pesche in scatola non si avvicina a quello delle pesche cucinate in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.