Excel: Mostra la deviazione dei valori in una lista – come una barra o per colore

Con lunghe liste di valori di dati, si vuole spesso riconoscere i valori anomali in particolare. In Excel, è possibile determinare e visualizzare facilmente le deviazioni.

Come riconoscere rapidamente i valori in una lista che si discostano dalla media

  1. Supponiamo che abbiate inserito una lista di valori nei campi da B2 a B11, come il consumo giornaliero di energia .

    Esempio di un elenco di valori

  2. Scrivi la formula nella casella C2=B2-MEDIA(B$2:B$11). La cella ora mostra quanto il valore in B2 si discosta dalla media di tutti i dati.
  3. Copiare la formula trascinando il quadratino in basso a destra di C2 nei campi da C3 a C11. L’elenco ora assomiglia a questo:

    Elenco con deviazioni dal valore medio

  4. Selezionare le celle da C2 a C11
  5. Vai al nastro Iniziare sul simbolo Formattazione condizionale, selezionare in esso Barre di dati e, per esempio, la variante Barre di dati blu.
  6. Ora potete vedere tramite le barre nella colonna C quanto il valore nella colonna B si discosta e quindi vi aiuta a trovare i valori anomali nei dati.

    La colonna C mostra ora visivamente le deviazioni dal valore medio.

Per l’intervallo di celle a MEDIA() i segni del dollaro sono usati perché altrimenti, quando si copia la formula, Excel lascerebbe automaticamente scorrere l’intervallo di valori verso il basso con essa – ma noi non vogliamo che ciò accada. Potete leggere di più su questo argomento qui: Indirizzamento relativo e assoluto delle cellule – qual è la differenza?.

Vuoi sapere come inserire unità, come il “kWh” nell’ultimo screenshot, nelle tue celle?? Per farlo, usate la formattazione delle celle definita dall’utente con 0,0 "kWh" come contenuto. Puoi trovare di più su questo nel suggerimento Come usare le unità nelle celle di Excel.

Pubblicità

Ecco come potete ottimizzare la visualizzazione delle deviazioni per il vostro caso

  • Con la procedura di cui sopra, vedrete le deviazioni verso il basso e verso l’alto in colore diverso. Se non volete fare questo perché siete interessati solo alla deviazione stessa – come nel caso delle tolleranze di produzione – allora estendete semplicemente la formula da 2) per la quantità della deviazione: =ABS(B2-MEAN(B$2:B$11)). Il display si presenta così:

    In questo modo Excel mostra solo i valori assoluti della deviazione.

  • Forse preferiresti usare i colori invece delle barre per mostrare dove si verificano le maggiori deviazioni. Poi usare il tasto formattazione condizionale dal passo 5) non i database ma per esempio Scale di colore – Scala di colore rosso-giallo-verde. Il mostra deviazioni minime in verde e cambia in giallo rispettivamente. Rosso, maggiore è la deviazione del valore.

    Ecco come appare la variante usando la scala dei colori.

  • Se non volete rapportare la deviazione alla media di tutti i valori, ma a un valore di riferimento fisso, usate questo valore numerico nella formula della colonna C invece della parte MEDIA(B$2:B$11).
  • A volte AVERAGE() non è la funzione che si adatta al problema. Continua a leggere qui: Questa è la differenza tra AVERAGE() e MEDIAN()
  • Se non siete tanto interessati al valore numerico nella colonna C, ma piuttosto alla larghezza della barra, allora date semplicemente alle celle da C2 a C11 un grigio chiaro come colore del carattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.