Vaso romano: consigli e trucchi per maneggiare il delicato vaso d’argilla

La pentola romana è ideale per cucinare senza grassi. Si possono stufare le verdure e la carne nei loro stessi succhi senza acqua. Tutte le vitamine e i minerali così come tutti i sapori sono conservati in questo modo.

Quale pentola romana è quella giusta

Dimensione e forma

Il dimensione più piccola Adatto per il pollame e per porzioni di carne fino a 1,5 chilogrammi.

Il dimensione media è in realtà la dimensione universale e tiene fino a 2,5 chilogrammi. In esso si possono preparare pasti di carne per diverse persone o pollame più grande.

Il pentola grande per la romana utile se ti piace arrostire spesso anatra, oca, tacchino o selvaggina. Può contenere carne e verdure fino a 6 chilogrammi di peso.

Il vasi romani extra piatti e allungati sono destinati agli amici di gustosi pasti di pesce, in quanto sono molto adatti a diversi tipi di pesce. Potete anche cuocerci le lance di asparagi più lunghe.

Colore

Il fatto che il vaso romano sia fatto di argilla chiara o rossa non ha alcuna influenza sulla sua funzione.

Smalto

Uno smalto nel vaso romano non solo non è necessario, ma contraddice il principio del vaso romano. Questo perché il liquido necessario per la cottura è fornito al cibo dall’argilla satura d’acqua della pentola. Tuttavia, lo smalto impedisce che l’acqua venga rilasciata verso l’interno.

Pentola Roemer con pollo – (Foto: iStockphoto/JackJelly) Pubblicità

Come maneggiare il vaso romano

Fondamentalmente, una casseruola romana è destinata solo alla cottura in forno. Non deve essere messo su un fuoco aperto, né è adatto al piano di cottura caldo.

Prima del suo primo utilizzo si dovrebbe immergere la pentola Römer per almeno 30 minuti. Questo permetterà ai pori dell’argilla di assorbire l’acqua.

Prima di ogni utilizzo il vaso di argilla deve anche essere bagnato in acqua fredda molto spesso in futuro. Il tempo minimo assoluto è di 10 minuti, altrimenti la pentola romana si spaccherebbe nel forno caldo. Tuttavia, poiché il cibo nella pentola trae dall’argilla il liquido necessario alla cottura, si raccomanda un bagno molto più lungo di ben 60 minuti.

Versare gli ingredienti e cuocereDopo il bagno, si può riempire la pentola con tutti gli ingredienti e poi si va al forno. Ma AttenzioneNon preriscaldare! I vasi romani vanno nel forno freddo in modo che l’argilla si abitui lentamente alle temperature crescenti e non si rompa.

Dopo la fine del tempo di cottura si dovrebbe mettere la pentola romana calda su una tavola, un cuscinetto di sughero o su un panno. In questo modo può raffreddarsi un po’ lentamente. Anche qui AttenzioneNon mettere mai la pentola romana calda su una superficie fredda subito, altrimenti potrebbe rompersi a causa della differenza di temperatura.

Cura del vaso romano

La pentola di argilla è facile da pulire. È meglio pulirlo sotto acqua calda chiara con una spazzola. In nessun caso deve essere messo in lavastoviglie. A proposito, è perfettamente normale che il vaso romano si scolorisca un po’ col tempo.

Dopo la pulizia, lasciate il vostro vaso d’argilla ad asciugare all’aria per qualche giorno. Solo quando è asciutto da cima a fondo, ritorna nell’armadio.

Pubblicità

Accessori

Una piccola griglia di metallo sul fondo della pentola romana può essere utile quando si cucina carne e pollame. Evita che il cibo nella pentola romana si bruci o si attacchi durante la brasatura.

Un libro di ricette per la pentola romana è di solito incluso con l’acquisto della pentola. In esso troverete anche i tempi esatti per la cottura a vapore e l’arrostimento nella pentola d’argilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.